23 Novembre 2017
news
percorso: Home > news > News Generiche

HISTORY CHANNEL

21-03-2013 18:49 - News Generiche
Ultimamente mi ritrovo sempre più spesso a fare i commenti alle gare e per completare l´elenco di tutti i nostri atleti mi ci vuole una vita. Però è un bellissimo impegno, perchè significa che i semini piantati di giorno in giorno dai pionieri dell´atletica a Pula pian pianino danno sempre più frutti.
Ora siamo tanti (una ventina a ogni gara importante), forti (raccogliamo continuamente successi e podi di categoria), eleganti nelle nostre bellissime tute rosse. Però ci son voluti anni, appunto per arrivare a questa bellissima situazione...
anni in cui alle gare ci si andava con una macchina sola, non perchè avessimo macchine da 20 posti, ma perchè alle gare ci si andava in 3 o 4...
anni in cui ci si allenava solitari a Pixinamanna o nella pista ciclabile di Nora e ancora venivamo presi per matti...
anni in cui si andava alle gare uno in arancione, uno vestito verde, uno giallo, uno bianco e il più scemo si vestiva di nero d´estate...
anni in cui ci massacravamo i tendini perchè non sapevamo bene come correre, che scarpe usare...
Ora che siamo arrivati a questo punto mi sembra che qualche somma si possa tirare, ma non senza aver fatto un salto nel passato (mi perdonerete se personalizzo un po´ il racconto).
Le radici dell´Atletica Pula affondano nel passato, con tanti brillanti esponenti di una disciplina poco di massa, ma di grande fatica e sacrificio. Atleti come Gianni Anedda si facevano onore sulle piste sarde e non solo. Tanti giovani si avvicinavano all´atletica sotto l´occhio attento di tecnici preparati. Poi per tanti anni il vuoto, fino al 2006, anno in cui vi furono i primi avvistamenti.
In principio fu il CSCR Pula.....
Mentre alcuni nostri atleti erano ancora tesserati per società del capoluogo, apparivano negli elenchi degli iscritti i primi atleti battenti bandiera pulese.
Gennaio 2006, esattamente il 15 si svolge a Pula la "Pula Fun Run", e tra gli iscritti e arrivati leggiamo i nomi di Paolo Melis (primo nostro presidente), Paolo Crocè (presidente attuale).
Ma ancora siamo moooolto lontani....io ancora cercavo di dare un senso ai miei sabati pomeriggio giocando a calcio nel campionato amatori.
Nei mesi seguenti poche notizie (perlomeno, io ancora non ne sapevo nulla perchè non pensavo minimamente a quello che mi sarebbe accaduto da lì a pochi mesi).
Finito il campionato amatori e passata l´estate a fare il figo nelle discoteche della zona, arriva puntuale il mese di settembre e bisogna rimettersi in forma. Si va a correre in pineta, con l´amico Roberto cominciamo a fare i giri di Pixinamanna....ogni giorno ci mettiamo qualche secondo in meno, qualche minuto in meno. Un giorno ci troviamo a chiaccherare con uno dei "veterani" della zona, il buon Gianni Marongiu, il quale ci propone di partecipare a una simpatica corsa, la "Gazzetta Run", che si sarebbe corsa a Cagliari nel mese di settembre. 10 km il 10 settembre. E noi, siccome non ci vogliamo far mancare nulla, accettiamo di buon grado. Arriva quindi il 10 settembre, e a questo punto ci starebbe benissimo quella scena di Fantozzi nella quale viene descritto l´abbigliamento del Rag. Fantozzi e del Geom. Filini durante la partita a tennis. Mi presento così abbigliato: maglia da calcetto nera, pantaloncino ugualmente da calcetto largo e lungo quasi fino al ginocchio, scarpe Adidas comprate qualche anno prima e ancora sporche di vernice in quanto utilizzate l´ultima volta che ho imbiancato casa. Ma siamo giovani e non abbiamo paura di niente e di nessuno. Quel giorno erano presenti, oltre a Gianni, anche Paolo Crocè (a me fino ad allora totalmente sconosciuto), Elio Gessa, Gabriele Santu e Andrea Massa. Per me e Roberto la sfida diventava quindi VillasanPietro Vs Sarroch. Ovviamente, la sfida era anche tra noi due: chi perde paga da bere. Non ricordo se 10 km li avessimo mai fatti, ma quel giorno li abbiamo fatti, eccome se li abbiamo fatti. I sarrocchesi li abbiamo tenuti a debita distanza e quindi la sfida si riduceva a noi due. Sul rettilineo finale però accade ciò che non dovrebbe mai accadere:mi si slega la scarpa e perdo sprint e birra. Taglio comunque felice il traguardo, scoprendo solo dopo che anche Paolo Crocè avrebbe approfittato del mio infortunio. Comincia così il mio viaggio nell´atletica. Da lì in poi mi dividerò tra calcio e corsa. Il sabato la partita e la domenica le gare. Uta 2006 è un´altra tappa fondamentale nella storia di tanti di noi: la mia prima mezza maratona, ancora da non tesserato....mi iscrivo alla non competitiva e dopo la solita scommessa con Roby si parte. Perdo anche questa scommessa, ma concludo la mia prima mezza maratona in un´ora e 34 minuti circa. Fantastico. Abbandonato il calcio sarà solo atletica.
Il movimento intanto continua a crescere: all´inizio del 2007 entriamo a far parte del CSCR Pula. A febbraio partecipano per la prima volta in una gara ufficiale 3 atleti del CSCR Pula, alla prima edizione della Granfondo del Sulcis. E tanto per non sbagliare due di loro, Maurizio e Lorenzo, vengono immortalati nella foto che accompagna l´articolo dell´Unione Sarda.
Intanto qualcuno si cimenta nelle prime maratone: Elio, Paolo, Andrea e Gabriele ci racconteranno le loro gesta alle maratone di Pisa e Roma.
Arrivano poi la mezza maratona di Quartu, quella terribile di Siurgus Donigala con il podio di categoria conquistato da Roberto. Poi la bollente maratonina di Nurachi, a luglio nuovamente la Pula Fun Run. A ottobre alla mezza di San Gavino eravamo in due, io e Paolo. A novembre ritorna Uta e siamo addirittura in 8. Cresciamo pian pianino. Maratona di Firenze 2007, la mia prima maratona. La delegazione comprende, oltre me, anche Elio, Damiano, Andrea e Paolo. Nelle ore precedenti la gara ci abbuffiamo come pazzi e poi arriva la gara. La maratona è la maratona e me ne accorgerò una volta arrivato al 30° km....che fatica, però stoicamente arrivo al traguardo in piazza Santa Croce, al limite delle lacrime. Gli altri son già arrivati, sono più esperti.
A febbraio 2008, la mia prima volta sotto i 90 minuti...a Mandas siamo in due: io e Vincenzo,pulese d´adozione. Ad assemini a marzo siamo addirittura in nove, tutti di rosso vestiti.
Passano i mesi e a luglio si va ad Aritzo. Sorprendentemente arrivo in premiazione di categoria, non ci potevo credere.
Intanto un gruppetto di coraggiosi atleti prepara la maratona di Carpi. Elio è in gran forma, io comincio a capirci qualcosa, Paolo si è allenato bene, Damiano non si è allenato per niente e Gabriele ci fa da autista. I risultati sono incoraggianti: Elio va solo 10 secondi sopra le 3 ore, che rabbia; io miglioro di ben 31 minuti il tempo fatto a Firenze, Paolo ottiene il suo miglior tempo in maratona, Damiano soffre come una bestia e alla fine si ritira, Gabriele ci aspetta al traguardo col grande Mario...i consigli di Mario, quanto bene mi hanno fatto. E´ festa per tutti, un po´ meno per Damiano che non riesce neanche a camminare.
Torniamo in sardegna e la settimana dopo tutti quanti miglioriamo il nostro personale a San Gavino. Ormai siamo un treno in corsa.
A Uta il mese successivo siamo in 11. Elio segna il suo record, che ancora regge, chiudendo la gara in 1:22:13.
Nel 2009 torniamo a Siurgus e cominciamo a fare razzia di premi di categoria. Nella categoria Tm registriamo la mia vittoria e il terzo posto di Fausto. Elio arriverà terzo nella sua categoria.
Ad assemini a marzo siamo in 6, arriverò secondo di categoria.
Ad aprile si vola a Torino, per la Turin Marathon. Siamo in 4, questa volta l´esordiente è Tommy. Per me e Elio sarà la prima volta sotto le 3 ore, in una maratona corsa interamente sotto la pioggia.
Altra gara e altro premio a San Gavino in compagnia di Andrea, Elio e Paolo, sempre noi. E sempre noi che di lì a poco cominceremo la preparazione per la maratona di New York. I lunghi al Flamingo ad agosto all´alba, finire quando la gente è già in acqua, finire l´allenamento con un bel tuffo rigenerante. Passano le gare e arriviamo a novembre. A New York arriviamo emozionati come bambini: Andrea millanta di conoscere la città a memoria, Elio sembra nel paese dei balocchi, io i giorni precedenti la gara sono forse anche troppo concentrato sulla gara e Paolo con la testa fra le nuvole. La gara non ve la racconto, ci vorrebbe troppo (spero che la raccontino i miei compagni di viaggio). Per me super record personale e una sensazione indescrivibile. Rientriamo in italia e si va a Uta. Le gambe sono ancora veloci e fisso il mio personale e vado sul podio.
Il 27 dicembre prima mezza maratona dei fenici. Succedono un paio di cose: prima partecipazione femminile di una nostra atleta, con orgoglio la mia futura moglie Maura arriva in un´ora e 56 minuti, e arriva al traguardo dopo 90 minuti un certo Lai Luigi. Grande successo per una gara ottimamente organizzata.
Il 2010 è l´anno di nascita dell´ASD Atletica Pula.
Partecipo al mio primo cross, solo soletto a Gonnosfanadiga.
A marzo a Villa San Pietro siamo in una ventina
Ad aprile alla maratona di Milano siamo in 7. Gli esordienti sono Fausto e un certo Luigi Lai che arriva in 3 ore e 31 minuti.
L´escalation è interminabile. A luglio ad Aritzo sono 2° di categoria.
Io riparto a New York in viaggio di nozze e chiudo una dignitosa gara, al mio ritorno ci vediamo a Uta. Un certo Gigi Lai chiude in 1:22:33, attenzione.
A gennaio torna la maratonina dei Fenici, il 2 gennaio. Comincia l´era di Giggillai, che vince la sua categoria in un´ora e 20 minuti. Vince la sua categoria anche Mauro Curreli.
Siamo sempre più vicini alla storia moderna. Si susseguono le gare e i successi e diventiamo sempre di più, uomini donne, giovani e anziani.
A marzo alla maratona di Roma siamo in 4, scendo nuovamente sotto le 3 ore e dopo un mese bisso la maratona a Padova...ancora sotto le 3 ore.
Il 22 maggio altra data storica. Giggillai conquista il titolo regionale di categoria nella mezza maratona.
Passa l´estate e per Giggillai si avvicina l´appuntamento con la maratona di New York, per lui ci sarà un favoloso 2:47:18, primo sardo al traguardo.
Intanto cambia il presidente, sempre Paolo ma questa volta è Crocè, e cominciamo con l´organizzazione della 3^ edizione della maratonina. Intanto Fausto a Bari migliora il suo personale in maratona, mentre a Uta Giggillai vince ancora nella sua categoria.
Quello che verrà dopo è storia nota a tutti: Gigi al sesto posto nelle edizioni 2012 e 2013 della nostra gara e al 3° posto alla recente Granfondo del Sulcis, nonché terzo al campionato nazionale di maratona nella sua categoria di età. Un numero sempre crescente di atleti e appassionati, trascinati dalle belle prestazioni e dal bellissimo ambiente che si è venuto a creare. 20 partecipanti all´edizione 2012 della maratonina dei fenici, 16 alla maratonina della ceramica ad Assemini, ancora 20 atleti alla Chia laguna half marathon, 19 atleti alla mezza maratona di Cagliari la settimana successiva. Il 24 maggio divento papà e la vittoria è tutta mia e di mia moglie.
A luglio ad Aritzo siamo in 11, arriverò al traguardo col mio piccolino...meglio di una vittoria alle olimpiadi.
A cagliari a novembre siamo in 22, Giggillai vince la categoria, a Firenze esordiscono in maratona Giuseppe e Antonio, mentre Fausto si avvicina al muro delle 3 ore.
A Uta siamo in 23, una delle società più numerose. In 5 si imbarcano per la mezza maratona di Olbia.
Ritorna la maratona dei fenici. Siamo in 36, pazzesco. Gigi è ancora sesto al traguardo e tantissimi migliorano il loro personale.
Siamo in 10 alla Granfondo del Sulcis e ci portiamo via un sacco di premi.
Ad Assemini veniamo addirittura premiati come società più numerosa.
Forse mi sono dilungato un po´ troppo, ma temo addirittura di aver scordato qualcosa o qualcuno, ma l´altra mattina mentre correvo pensavo che fosse il caso di raccontare un po´ di come siamo arrivati a essere il bellissimo gruppo che imperversa sulle strade di Pula e non solo. Mi piaceva anche ricordare i miei esordi e mi piacerebbe che chi legge queste "poche" righe racconti la sua marcia di avvicinamento alla splendida avventura faticosa della corsa. Vi avranno presi in giro perchè andate a fare un sacco di fatica e manco vi pagano, avrete incontrato un sacco di gente nuova, fatto nuove amicizie, purtroppo avrete anche pianto perchè qualcuno di quegli amici è venuto a mancare, però le storie di CORSA son sempre ricche di fascino e vanno raccontate. Solo un avvertimento: se Elio si azzarda a raccontare ancora della maratona di Pisa lo denuncio.
Gianni 22-03-2013
E´ allora è arrivato il momento di osare!!!
Al Chia Laguna half marathon 2013, la società con più iscritti al traguardo dei 10K e della mezza, verrà premiata con 1000 Euro. Sai che bella cena!! Meditate gente meditate.....
p.s. Grande Samuel!
il vecchio Marione 22-03-2013
ora è proprio una importante società podistica!!
Complimenti Samuel, per I tuoi puntuali commenti. È sempre un piacere leggerli. Io vi ho visto crescere,sono davvero felice nel vedere tanto entusiasmo. Spero nel mio piccolo avere dato un contributo a a qualcuno di voi a raggiungere risultati importanti.
il vecchio Marione 22-03-2013
curiosità
Non vedo l´ora di vedere Elio per farmi raccontare cosè sucesso alla maratona di Pisa!!!!



digita i codici di sicurezza, se più di uno separati da uno spazio


gli sponsor

[PER GLI ISCRITTI ALLA MARATONINA DEI FENICI DI NORA ED ACCOMPAGNATORI TARIFFA SPECIALE ALL´HOTEL BAIA DI NORA: A PARTIRE DA € 63 A PERSONA IN CAMERA DOPPIA CON PRIMA COLAZIONE INCLUSA" Per info contattare l´ufficio booking dell´hotel baia di Nora htlbn@hotelbaiadinora o chiama allo 070 9245551]

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]